05 Agosto 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

L’ex iridato Valerio Lata per il 2021 farà parte del Moto Club La Rocca Asd

03-01-2021 08:31 - News Generiche
Romano di Acilia, quindici anni e mezzo, Valerio Lata si è messo particolarmente in luce in occasione del mondiale Junior del 2019, in Trentino, durante il quale ha conquistato l’attestato più importante come l’alloro iridato tra gli junior classe 85, oltre a un ottimo secondo posto finale nell’europeo EMX85. Da allora il giovane pilota laziale è stato nella lente di ingrandimento ma i risultati migliori, come sappiamo, sono sempre in tanti a volerli, sommato al fatto che è passato alla cilindrata 125.
Valerio ha corso, e continuerà a farlo fino al 2022, con una Ktm per il Team Marchetti Racing e da quest’anno difenderà i colori del pisano Moto Club La Rocca Asd gestito dal presidente Lodovico Scardigli.
Abbiamo sentito Valerio per scambiare qualche battuta.

Valerio, com’è andato il debutto in 125?
V.L.: “Il 2020 è stato tanto particolare, anche per tutto il contesto, non solo per le gare, quest’anno diciamo che è andata abbastanza bene, siamo partiti con l’obiettivo di qualificarsi e abbiamo finito con la vittoria dell’ultimo round di Mantova, e siamo stati molto contenti anche se per me a volte ho fatto qualche errore di troppo compromettendo varie manche”.

Qual è un punto di forza che ti avvantaggia nei confronti di altri piloti?
V.L.: “Secondo me è il fatto di riuscire ad essere costante durante l’intera manche”.

In cosa ti senti di dover migliorare per il futuro?
V.L.: “Dovrei migliorare sicuramente il giro secco in qualifica, ma non riesco bene a farlo”.

Quali sono i tuoi programmi per la prossima stagione?
V.L.: “Per la prossima stagione rimarrò in 125 e disputerò l’Italiano e l’Europeo, e poi quando non ci saranno le gare con il 125 disputerò qualche gara con il 250”.

Chi ti segue alle gare?
V.L.: “Alle gare, per esempio l’Italiano, siamo io e papà, e poi ovviamente ci raggiunge il meccanico con il furgone, mentre all’europeo è diverso perché abbiamo il camion del team che rende tutto più semplice”.

Devi ringraziare qualcuno?
V.L.: “Devo ringraziare soprattutto la mia famiglia, mio papà, mia mamma è mio fratello che mi supportano e sopportano da sempre, ogni giorno, e senza di loro non sarei arrivato fino a qui, poi il capo del team Elio che è dal 2017 che stiamo insieme e mi tratta come un figlio ormai, stiamo spesso insieme e ci divertiamo tantissimo (anche se ci devono dividere perché insieme facciamo danni), poi anche zia Emilia che ci da un grande aiuto sempre soprattutto con i suoi pranzi top”.



Fonte: ufficio Stampa Moto Club La Rocca Asd

Realizzazione siti web www.sitoper.it